Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Colpi di geni

Dna rotante

Colpi di geniRaddoppiato il rischio di melanoma con due varianti genetiche scoperte indipendentemente da altrettanti gruppi di ricerca

7 luglio 2009 - Il rischio di ammalarsi di tumore è scritto anche nei geni. Due _quipe internazionali hanno scoperto, indipendentemente l’una dall’altra, le sequenze del Dna responsabili in particolare del melanoma, un cancro alla pelle che può colpire anche gli occhi (vedi melanoma della coroide ): due varianti genetiche sulle tre individuate raddoppiano la probabilità di contrarlo. I due gruppi di ricerca hanno preso in esame rispettivamente un campione di 6.000 e di 4.000 persone circa.

I melanomi insorgono generalmente ex novo, ma talvolta si sviluppano a partire da un neo. Alcuni di essi, infatti, presentano un alto rischio di trasformazione maligna: richiedono un’accurata osservazione clinica ed ecografie periodiche in tempi ravvicinati.

“Questa scoperta - ha affermato il Professor Nick Hayward, che ha diretto la ricerca in Australia (assieme a Grant Montgomery) - migliora le nostre conoscenze degli aspetti genetici del melanoma e, quindi, i percorsi molecolari che portano al suo sviluppo”. Una delle varianti genetiche, se presente, aumenta il rischio di contrarre il melanoma del 25%; ma chi ne possiede due corre un rischio doppio rispetto a chi non ne ha nessuna.

“Queste varianti genetiche - scrivono su Nature Genetics i ricercatori diretti da D. Timothy Bishop - dimostrano una notevole omogeneità di effetti tra la popolazione ancestrale europea che vive alle diverse latitudini e dimostrano di essere indipendentemente associati al rischio di malattia”.

“Nel lungo periodo questa ricerca sarà utile per sviluppare tecniche di screening”, ha sottolineato il Prof. Hayward: Il sole, se non ci si protegge, può aumentare il rischio di contrarre un tumore maligno alla pelle o agli occhi. Nella foto: raggi ultravioletti solarida un lato si potrà fare più prevenzione (facendo più attenzione al sole e alle lampade abbronzanti) e, dall’altro, verranno sviluppate nuove terapie. In Australia si ha l’incidenza di melanomi più alta al mondo: oltre 10.000 nuovi casi l’anno e una persona su dieci muore in seguito alla malattia. I nei che mostrano una trasformazione maligna hanno, a livello oculare, una capacità di crescita evidenziabile con l’esame oftalmoscopico e con un’ecografia del bulbo. Anche se lo studio potrebbe apparire solo un piccolo passo in avanti, in realtà potrà contribuire a far vincere l’annosa battaglia contro i tumori. Referenze originali: Mario Falchi et al., “Genome-wide association study identifies variants at 9p21 and 22q13 associated with development of cutaneous nevi”, Nature Genetics, Published online: 5 July 2009 | doi:10.1038/ng.410 (abstract)D Timothy Bishop et al., "Genome-wide association study identifies three loci associated with melanoma risk", Nature Genetics , Published online: 5 July 2009 | doi:10.1038/ng.411 (abstract)

Fonti: Nature Genetics, Research Australia.
Numero Verde di assistenza oculistica (tutte le mattine dei giorni feriali, dalle 10 alle 13). Risponde un medico oculista se si scrive anche nel forum del sito della IAPB Italia onlus .Nota: per variare la dimensione dei caratteri premere il tasto Ctrl assieme ai tasti +/- oppure girare la rotellina del mouse mentre si tiene premuto Ctrl.


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.