Salta il menù
Vai alla pagina dona ora
Dona oraSostienici con il 5x1000

Notizie

Cecità e ipovisione, un caso su due è prevenibile nel mondo sviluppato

Nell’Europa centro-orientale l’incidenza dei gravi deficit visivi è del 6,72% tra gli over 50

Quasi sette ultracinquantenni su cento che vivono nell’Europa centro-orientale sono ciechi o ipovedenti (6,72%). È quanto si legge in un metastudio pubblicato dal British Journal of Ophtalmology, nel quale si evidenzia che, anche se l’incidenza si è ridotta, le cause di deficit visivo importante sono rimaste invariate tra il 1990 e il 2015.

La cataratta, gli errori refrattivi non corretti (miopia, astigmatismo e ipermetropia elevati), l’AMD e le patologie corneali sono ancora oggi le principali cause di cecità planetarie. Escludendo la terza malattia si tratta però di problemi generalmente risolvibili. La seconda causa d’ipovisione nell’Europa occidentale è la cataratta col 15,5%, a cui segue la degenerazione maculare legata all’età.

Nel mondo sviluppato la cecità e l’ipovisione sono prevenibili in un caso su due, mentre secondo l’OMS a livello mondiale si raggiunge l’80%.

I ricercatori prevedono anche che l’ipovisione dovrebbe ridursi leggermente intorno al 2020 come incidenza percentuale, nonostante il numero assoluto delle persone ipovedenti sia destinato a toccare i 69 milioni a causa dell’aumento demografico mondiale.

L’Università di Anglia Ruskin scrive:

Si è scoperto che nel 2015 la cataratta è la causa più comune di cecità nell’Europa occidentale (21,9%), a cui segue la degenerazione maculare legata all’età (16,3%) e il glaucoma (13,5%), ma la causa principale d’ipovisione è l’errore refrattivo non corretto, una situazione che può essere “trattata” mettendo semplicemente gli occhiali.

Fonti: BJM, Anglia Ruskin University


Occhio al 5 per mille, sostieni la battaglia contro la cecità. Scegli come beneficiario la Sezione Italiana dell’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità (IAPB Italia onlus). Quando presenti la dichiarazione dei redditi indica il nostro codice fiscale: 80210310589. Grazie anticipatamente


Pagina pubblicata il 27 marzo 2018. Ultimo aggiornamento: 6 aprile 2018


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.