Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Eventi

Campagna contro le maculopatie

“Non perdiamoci la vista”, conclusa prima fase campagna contro l’AMD In molti casi è stato sfidato il maltempo: oltre 5 mila controlli retinici gratuiti effettuati a novembre in Lombardia, Lazio e Sicilia a bordo di Unità mobili oftalmiche. Quasi 16 mila cittadini informati sulla maculopatia e sui possibili danni visivi Un’iniziativa che, nonostante il maltempo, è stata contraddistinta da una buona partecipazione ed è stata molto apprezzata sul territorio. Nel mese di novembre sono stati effettuati, nell’ambito della campagna “Non perdiamoci la vista”, oltre 5 mila controlli retinici gratuiti e quasi 16 mila persone hanno ricevuto informazioni sulla degenerazione maculare legata all’età (l’AMD è una patologia invalidante che colpisce prevalentemente dopo i 55 anni compromettendo il centro della retina, parte funzionale e sensibile dell’occhio). Questi sono i principali risultati della campagna di informazione e prevenzione sulle patologie della retina, che ha coinvolto Lombardia, Lazio e Sicilia. Nel 2015 l’iniziativa itinerante toccherà altre regioni della Penisola. Una diagnosi precoce può salvare la vista Si è conclusa il 29 novembre la campagna promossa dall’Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus (in collaborazione con Novartis ) partita lo scorso 3 novembre. Sei Unità mobili oftalmiche hanno presidiato le piazze di 30 città in Lombardia, Lazio e Sicilia per offrire ai cittadini informazioni sulle maculopatie e controlli oculistici gratuiti finalizzati ad accertare l’insorgenza della degenerazione maculare legata all’età. Il riconoscimento precoce dei campanelli d’allarme può consentire di arrestare il progredire della malattia nelle forme più gravi salvando dall’ipovisione. Molti controlli retinici gratuiti, centinaia di diagnosi La campagna ha incontrato il favore della cittadinanza e l’affluenza è stata sempre numerosa ed entusiastica, spesso sfidando condizioni meteorologiche avverse. In totale, nelle tre regioni coinvolte , in meno di un mese sono stati effettuati 5.047 controlli retinici gratuiti su 2.330 donne e 2.717 uomini di età media 66 anni. Lo staff presente nelle piazze a supporto dei clinici ha fornito, inoltre, informazioni a 15.992 persone, distribuendo opuscoli informativi sulla degenerazione maculare legata all’età e sulle principali patologie oculari in età adulta. Quasi 4 mila sono state le chiamate ai numeri verdi ( vedi sotto ). Diagnosi precoce “Il dato più importante emerso dalla campagna – sottolinea Il Professor Edoardo Midena, Direttore Clinica Oculistica della Azienda Ospedaliera-Università di Padova e responsabile del centro di supporto in remoto al personale sanitario presente sulle Unità mobili oftalmiche – è che in circa il 20% dei casi sono stati rilevati segni precoci (o molto iniziali) della maculopatia, spesso in assenza di sintomi. A queste persone è stato raccomandato di effettuare controlli periodici che consentiranno, in caso di necessità, di valutare eventuali interventi per prevenire la progressione della malattia verso le forme più gravi, preservando il più a lungo possibile la funzione visiva”. Per una cultura della prevenzione dei disturbi visivi “Siamo molto contenti del successo di questa iniziativa, che testimonia la crescente sensibilità della popolazione italiana sul tema riguardo ai problemi della salute oculare – dichiara l’avv. Giuseppe Castronovo, Presidente della Sezione italiana dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità –. Soprattutto nel caso di patologie come le maculopatie, fortemente invalidanti e spesso difficili da riconoscere, iniziative come queste sono fondamentali per diffondere conoscenza, favorire la diagnosi precoce e accrescere l’attenzione delle istituzioni, fornendo un aiuto importante nella lotta alla cecità evitabile. La campagna ha coinvolto tutti gli interlocutori di riferimento, oculisti, medici di medicina generale, media, opinion leader , pazienti e opinione pubblica: solo in questo modo è possibile creare nel nostro Paese una vera cultura della prevenzione dei disturbi visivi”. La Campagna “Non perdiamoci la vista” tornerà nelle piazze delle città italiane nel corso 2015, toccando altre regioni della nostra Penisola. Tutte le informazioni sulle tappe e sulla Campagna saranno disponibili sui siti www.iapb.it e www.nonperdiamocilavista.it e tramite il numero verde 800 04 80 80 (info oculistiche all’800-068506).

Pagina pubblicata il 29 ottobre 2014. Ultimo aggiornamento: 9 dicembre 2014



Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.