Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Aspettando una visita

Aspettando una visita Mediamente si attendono nove mesi per una visita oculistica, peggio solo per una visita psichiatrica. Lo rileva la onlus Cittadinanzattiva nel nuovo Rapporto Pit Salute 16 novembre 2015 - Dura mediamente 9 mesi, quanto una gestazione, il tempo d’attesa medio per una visita oculistica in Italia. Va peggio solo per le visite psichiatriche (13 mesi nel 2014), ma la situazione è seria anche per le visite cardiologiche (8 mesi in media), odontoiatriche (7 mesi) e persino per quelle oncologiche (6 mesi), alla pari con le ortopediche. Questo quadro a tinte fosche è stato presentato il 13 novembre a Roma dalla onlus Cittadinanzattiva col nuovo Rapporto “Pit Salute” (giunto alla 18° edizione). Questo volume, come ogni anno, fa il punto sulla sanità vista dai cittadini e si basa su oltre 24 mila segnalazioni avvenute lo scorso anno. Queste ultime sono giunte a PIT salute e alle sedi locali del Tribunale per i diritti del malato: per un quarto (25%) riguardano le difficoltà di accesso alle prestazioni sanitarie, determinate soprattutto dalle lunghe liste di attesa (58,7%) e dai ticket troppo elevati (31,4%). “I ticket – scrive Cittadinanzattiva – sono considerati dalle persone come una vera e propria tassa sulla salute, e rappresentano un ostacolo all’accesso alle prestazioni: un peso sempre più insostenibile per i redditi delle famiglie, nonché un paradosso del Servizio Pubblico che respinge i cittadini e li indirizza verso il privato o l’intramoenia, talvolta persino più convenienti per costi o per attese”. Per quanto riguarda gli errori medici presunti (malpratice), in testa alla classifica negativa – sul piano diagnostico – si trova l’oncologia (col 26%), a cui segue l’ortopedia (col 17,4%), mentre l’oculistica si difende bene (con un 5,3%). Invece a livello terapeutico gli errori più frequenti – sempre secondo i pazienti – riguardano l’ortopedia (28,4%), a cui seguono la chirurgia generale (14,1%) e l’oculistica (8,6%). Ovviamente però si tratta di casi segnalati la cui fondatezza deve ancora essere verificata.

Link utile: grafici Rapporto Pit Salute

Fonte: Cittadinanzattiva

Pagina pubblicata il 16 novembre 2015.

Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.