Salta il menù
Vai alla pagina dona ora
Dona oraSostienici con il 5x1000

Rivista

Scarica questo numero della rivista in pdf

Ottobre-Dicembre 2012
N.4 del 2012

L’ipovisione è la vera protagonista di questo numero della rivista pubblicata dalla IAPB Italia onlus. Essa ospita sia un articolo che racconta la storia degli ipovedenti (A. Mombelli) e sia un’intervista al Prof. B. Lumbroso ("Ipovedenti senza discriminazioni"). "Ipovisione e terapie mediche del futuro" è, invece, l’articolo a firma di S. Turco che tratta delle terapie attuali e di quelle più avveniristiche contro diverse malattie oculari: dalla terapia genica alle staminali, passando per il fattore di crescita nervoso.

Il numero, accanto alle consuete News dal mondo oculistico, contiene anche due rigorosi studi scientifici: "Genomica della degenerazione maculare legata all’età" (S. Zampatti, F. Ricci, A. Cusumano, G. Novelli, E. Giardina) e "Potenziali Evocati Visivi da pattern" (R. Appolloni, A. Tiezzi, E. Scarfò, I. Macchi).

Scarica il pdfscarica il pdf

Scarica il file Wordscarica il file Word

abbonati oraabbonati subito
Scarica questo numero della rivista in pdf

Luglio-Settembre 2012
N.3 del 2012

Un numero ricco d’interviste stimolanti e d’interventi autorevoli, a partire da quello del Ministro della Salute Renato Balduzzi.

Nel numero si annuncia, tra l’altro, la Giornata Mondiale della Vista (11 ottobre 2012) e l’impegno della IAPB Italia onlus nell’effettuare check-up oculistici gratuiti nelle piazze e nel distribuire materiale informativo ai cittadini.

Tra i colloqui più interessanti val la pena segnalare quello con Gullapalli Nag Rao, ex Presidente mondiale dell’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità, che fa il punto sulle malattie oculari in India (uno dei Paesi più popolosi del mondo), dove esistono forti contrasti socio-economici che rendono più difficile il pari accesso alle cure oculistiche.

In questo numero non potevano mancare le news dall’oftalmologia mondiale nonché le curiosità tecnologiche legate al mondo dell’oculistica.

Infine segnaliamo tre importanti lavori epidemiologici e scientifici: “I traumi oculari contusivi e perforanti” (F. Cruciani, O. Campagna, M. Genzano e V. Russo); “La cheratite da Acanthamoeba nei portatori di lenti a contatto” (F. Pacella, C. D. Piraino, A. F. Ferraresi, C. Brillante, G. Smaldone, G. De Paolis, G. Mazzeo, A. Lombardi, F. Cruciani, M. DeGiusti e G. La Torre); “Microperimetria e riabilitazione” (R. Fasciani, F. M. Amore, F. de Rossi , S. Mitrugno, S. Paliotta, F. Cruciani, E. Balestrazzi e A. Reibaldi).

Scarica il pdfscarica il pdf

Scarica il file Wordscarica il file Word

abbonati oraabbonati subito
Scarica questo numero della rivista in pdf

Aprile-Giugno 2012
N.2 del 2012

Il numero di "Oftalmologia Sociale" si apre con l’editoriale di M. Corcio, Vicepresidente dell’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus, intitolato “Più fiducia nella prevenzione”, in cui si sottolinea come i disabili chiedano una maggiore partecipazione alle politiche sanitarie italiane.

Diverse interviste arricchiscono le pagine della rivista edita dalla IAPB Italia onlus: da quella rilasciata dal professore Bruno Lumbroso (già primario presso l’Ospedale Oftalmico di Roma) all’intervista al professor Avinoam Safran (Università di Ginevra e di Parigi), passando per quella del professore Leonardo Mastropasqua (docente presso l’Università di Chieti-Pescara G. D’Annunzio).

Due argomenti sono stati affrontati in modo specifico da due autori: “Le astenopie visive” (sindrome da affaticamento visivo) di R. Crouzet Barbati e una sperimentazione che l’INMP ha avviato col Ministero della Salute per fornire gratuitamente le lenti ai migranti poveri (“Quando gli occhi misurano umanità e salute” di P. Turchetti).

Oltre alle consuete news oftalmologiche dall’Italia e dal mondo (in cui, tra l’altro, si parla di cellule staminali), non potevano mancare due studi scientifici: “Effetti del sildenafil nella neurite ottica ischemica anteriore non arteritica” (A. Moramarco, M. Gharbiya et al.) e “Check-up oculistici con le unità mobili oftalmiche” (F. Cruciani et al.).

Scarica il pdfscarica il pdf

Scarica il file Wordscarica il file Word

abbonati oraabbonati subito
Scarica questo numero della rivista in pdf

Gennaio-Marzo 2012
N.1 del 2012

In questo numero: "Falsi ciechi, un problema nazionale" di F. Cruciani. Chi ne approfitta e chi è responsabile: il punto su un ’dramma’ che affligge l’Italia, dove si rischia di penalizzare i grandi invalidi nel condurre la battaglia sacrosanta contro i finti disabili.

L’efficienza della sanità italiana è un altro aspetto molto importante da considerare per la sanità italiana: è quanto sottolinea in un suo intervento in Sen. I. Marino, tenuto presso il Senato della Repubblica.

"Vista recuperata con geni(o)": si intitola così l’intervista alla Prof.ssa F. Simonelli della Seconda Università di Napoli su una malattia oculare causata da un difetto del Dna. La docente ha collaborato con l’équipe americana dell’Università di Philadelphia che, per la prima volta al mondo, è riuscita a restituire parzialmente la vista a bambini e, in minor misura, ad adulti colpiti dall’amaurosi congenita di Leber (malattia genetica che colpisce la retina). Un valido esempio di come la ricerca italiana possa ottenere eccellenti risultati anche in collaborazione con équipe internazionali di altissimo livello.

Tra le notizie di respiro mondiale segnaliamo la sperimentazione condotta in Messico per schiarire gli occhi fino a farli diventare azzurri. Su questo argomento ha rilasciato tra l’altro un’intervista il portavoce dell’Accademia americana di oftalmologia E. Tu, invitando alla prudenza per via di danni che potrebbe subire la salute oculare col laser sperimentare che consentirebbe di schiarire gli occhi. Una posizione analoga è quella di M. Piovella, Presidente della Società Oftalmologica Italiana.

Una splendida descrizione del Polo Tattile Multimediale di Catania è a firma della scrittrice A. Impellizzeri la quale, tra l’altro, racconta l’inaugurazione di un pullman speciale per ciechi e ipovedenti presentato recentemente nella città siciliana e destinato soprattutto alle scuole.

Non potevano mancare, infine, i consueti lavori scientifici: "Genitori e qualità delle cure" (L. Lonetti e L. Laureti), su un centro di riabilitazione visiva di Firenze, e "Come migliorare la valutazione del danno visivo periferico" (G. Corallo, A. Bagnis, G. Balestrero e C. Guidi), un’intelligente disquisizione sui criteri e sulle modalità di misurazione dei danni visivi provocati da una malattia quale il glaucoma.

Scarica il pdfscarica il pdf

Scarica il file Wordscarica il file Word

abbonati oraabbonati subito